Il Palio dei Borghi
Ciriè, Piemonte
Il “contado” di Germagnano, nel cuore delle Valli di Lanzo, è storicamente rappresentato dalla famiglia dei conti Galimberti Faussone, ma le radici del borgo risalgono ad un'epoca decisamente più antica.
 
Il “contado” di Germagnano, nel cuore delle Valli di Lanzo, è storicamente rappresentato dalla famiglia dei conti Galimberti Faussone, ma le radici del borgo risalgono ad un'epoca decisamente più antica. Le origini di Germagnano sono chiaramente romane come indica lo stesso toponimo. Questo deriva dal nome gentilizio romano “Germanius, così come da "fundus Germanjanus” deriva “Germaniano”. L'aggregato romano sorgeva sulla strada che da Chivasso, raggiunto il territorio di Volpiano, proseguiva verso i fondi ed i vici di Leyni, San Maurizio,Ciriè, Mathi, Germagnano, all'imbocco delle Valli di Lanzo. Tale strada, superato il ponte romano sulla Stura a Germagnano, proseguiva per la conca di Viù, Col San Giovanni, Valle di Susa, oppure per Viù, Usseglio, Colle d'Autaret e raggiungeva la Savoia. La posizione di Germagnano presso il ponte romano sulla Stura, transito obbligato per le Valli di Lanzo ed i valichi alpini dell'Autaret e di Arnas, potrebbe far pensare ad una mansio dove si fermavano i viaggiatori prima di addentrarsi nelle Valli ed ascendere i monti. A Germagnano non può mancare una visita all'Affresco della Crocifissione, sito sul muro di un'antica abitazione in via Stura: una pregevole opera del Cinquecento raffigurante una crocifissione con due santi e sullo sfondo, cosa insolita, il lanzese Ponte del Diavolo.

Scaricala in formato PDF
Siamo nelle splendide Valli di Lanzo e nell’incantevole Canavese, siamo in un luogo fantastico de “La Nostra Terra”. Ci piace dire così, per un senso di appartenenza alle nostre radici, alla nostra storia, alle tradizioni forti che la caratterizzano. Terra carica di testimonianze che risalgono all’origine dell’uomo e percorrono tutte le tappe: dai Salassi ai Romani, dai Savoia fino ai giorni nostri. Terra da scoprire nelle sue origini, con la cornice stupenda delle vallate, delle montagne, dei fiumi e dei laghi. E con la straordinaria capacità dell’uomo di trasformare il territorio in un unicum: come è accaduto proprio nei comuni raccolti in questa pubblicazione, dove l’abilità dei contadini e la costanza delle famiglie ne hanno fatto un caposaldo del nostro Paese.
I Comuni
EVENTI DI APRILE 2020
LUN
MAR
MER
GIO
VEN
SAB
DOM
30
31
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
1
2
3